Vola in Germania il drone per il trasporto di campioni medici

2020-02-06T12:50:29+01:00 6 Febbraio 2020|

Lufthansa tra i partner del progetto Medifly

Lufthansa, attraverso un comunicato stampa del 5 febbraio, ha reso noto i risultati positivi dei test di volo dimostrativi del progetto Medifly per il trasporto di materiale medico via drone. Medifly è un progetto di ricerca congiunto finanziato dal Ministero Federale Tedesco per i Trasporti e le Infrastrutture Digitali in partnership con il gruppo Lufthansa Technik (servizi di tecnologia aeronautica), il Centro ZAL per la ricerca aeronautica applicata di Amburgo, la FlyNex (soluzioni digitali per le operazioni commerciali di droni) e GLVI Society for Aviation Informatics (componenti software e algoritmi per il rilevamento e la risoluzione dei conflitti in tempo reale sia manned che unmanned).

Nel corso della dimostrazione, andata in scena ad Amburgo, sono stati effettuati sei voli tra l’ospedale delle forze armate tedesche di Wandsbek-Gartenstadt e il Saint Mary’s Hospital di Hohenfelde, a circa cinque chilometri (distanza lineare) di distanza l’uno dall’altro. 

L’obiettivo della ricerca di Medifly è quello di scoprire in che misura i sistemi UAV possono essere utilizzati per effettuare trasporti di campioni medici in modo sicuro e affidabile. I campioni di tessuto vengono regolarmente estratti durante gli interventi chirurgici. Per assicurarsi che il chirurgo abbia rimosso tutti i tessuti anomali, i campioni devono essere esaminati da un patologo durante l’intervento. Di solito, i campioni multipli vengono quindi rimossi, imballati singolarmente e inviati a un laboratorio di patologia per la diagnosi.

Tuttavia, la maggior parte degli ospedali non ha al proprio interno un laboratorio di patologia e per questo motivo i campioni di tessuto vengono trasportati in ambulanza all’ospedale attrezzato più vicino. L’intervento non può essere ripreso fino a quando non si ricevono i risultati patologici, spesso con conseguenti lunghi periodi di anestesia. La sostituzione dell’ambulanza con un drone potrebbe abbreviare notevolmente il processo di trasporto e quindi i periodi di anestesia, in quanto il laboratorio di patologia può essere raggiunto per via aerea, indipendentemente dal traffico a terra. Inoltre, i droni potrebbero anche collegare ospedali remoti che a volte sono così lontani da qualsiasi laboratorio di patologia che devono inviare i loro campioni di tessuto dopo l’intervento chirurgico. A seconda della diagnosi, questo comporta il rischio di un secondo intervento chirurgico.

Poiché i voli dei droni non si sono svolti solo in un’area urbana densamente popolata, ma anche nella zona di controllo del traffico aereo dell’aeroporto internazionale di Amburgo, è stato necessario attuare un gran numero di misure di sicurezza. In primo luogo, è stato necessario dimostrare che i voli automatizzati in questo ambiente complesso e al di sopra delle rotte di traffico altamente frequentate possono essere effettuati in modo sicuro e affidabile in qualsiasi momento. Pertanto, tutte le parti coinvolte hanno dovuto investire diversi mesi di discussioni e di pianificazione approfondita per ottenere le necessarie approvazioni di volo dalle autorità competenti.

I voli con droni stabili e, soprattutto, sicuri si basano su un sofisticato concetto di operazioni“, ha dichiarato Olaf Ronsdorf, project leader di Lufthansa Technik. “Pertanto, non solo siamo orgogliosi di aver contribuito con la nostra enorme esperienza nel campo dell’aviazione con equipaggio e commerciale, ma non vediamo l’ora di esplorare nuove possibilità per future soluzioni di trasporto aereo senza equipaggio“.

Grazie ai loro molteplici campi di applicazione, i droni hanno acquisito una notevole importanza – sia a livello commerciale che privato. La tecnologia dei droni fornisce quindi numerosi e interessanti potenziali di crescita per l’economia tedesca“, ha dichiarato Michael Westhagemann, senatore di Amburgo per l’economia, i trasporti e l’innovazione. “In questo progetto, il beneficio specifico sia per gli utenti che per la comunità è chiaramente visibile. I veicoli aerei automatizzati contribuiranno in modo significativo al miglioramento dell’assistenza sanitaria“.

I voli di prova di oggi sono un passo importante verso l’utilizzo futuro dei sistemi di droni – proprio nel cuore della città di Amburgo“, ha dichiarato Boris Wechsler, Project Manager di Medifly presso la ZAL. “Sappiamo da dove cominciare e cosa dobbiamo fare in futuro. E possiamo già dire: seguiranno altri progetti di droni“.

Medifly non è un classico argomento dell’aviazione“, ha detto Christian Caballero, Chief Operating Officer di FlyNex GmbH. “La massa di fattori d’influenza per una pianificazione di volo di successo deriva dall’infrastruttura di terra. Con le nostre soluzioni, possiamo anche stabilire la rotta per i voli automatizzati fuori dal campo visivo per questo progetto e mostrare come i droni medici possono supportare l’assistenza sanitaria“.

Per stabilire un servizio di trasporto aereo sostenibile e orientato al futuro, è importante riconoscere che non siamo soli in questo spazio aereo“, ha dichiarato Sabrina John, project leader del GLVI. “In una metropoli come Amburgo, bisogna sempre stare attenti alla polizia e agli elicotteri di salvataggio. Siamo felici di poter contribuire con la nostra esperienza pluriennale nel controllo del traffico aereo e nella gestione del traffico aereo e di riunire tutte le parti coinvolte“.

I trasporti di tessuti con i droni ci aprono numerose nuove possibilità“, ha detto il Dr. Tariq Nazar, specialista otorinolaringoiatra presso l’ospedale delle forze armate tedesche ad Amburgo. “Le ambulanze che utilizziamo oggi per questo compito sono soggette alle condizioni di traffico a volte difficili di Amburgo e quindi a volte soffrono di inutili ritardi. Dato che richiediamo i risultati patologici mentre l’intervento è ancora in corso, apprezziamo la possibilità di abbreviare significativamente i periodi di anestesia per i nostri pazienti“.

Siamo lieti di collaborare a un progetto così orientato al futuro“, ha detto Ursula Störrle-Weiß, direttrice del centro medico MVZ dell’ospedale Saint Mary’s, responsabile dell’Istituto di Patologia. “Il beneficio del trasporto di tessuto medico con i droni è significativo, soprattutto per quanto riguarda le cosiddette “sezioni congelate” estratte durante le operazioni tumorali, che devono essere esaminate immediatamente. Prima il nostro laboratorio di patologia riceve i campioni, più velocemente possiamo fornire i risultati degli esami. Di solito non ci vogliono più di 20 minuti prima di poter fare una diagnosi, ad esempio per determinare se un tumore è benigno o maligno o se sono interessate anche le ghiandole linfatiche. Raggiungere i tempi di attesa più brevi possibili per la nostra diagnostica precisa e sicura è quindi una situazione vantaggiosa sia per i chirurghi che per i pazienti“.

Nel 2018 Amburgo è stata una delle prime città ad aderire all’iniziativa Urban Air Mobility (UAM) dell’European Innovation Partnership for Smart Cities (EIP-SCC) finanziata dalla Commissione Europea.

Fonte: Comunicato Lufthansa Tecknik
maggiori info su Medifly QUI
traduzione a cura di Dronitaly