Total: droni per la ricerca di petrolio e gas ad Abu Dhabi

2019-11-14T12:43:29+01:00 16 Novembre 2019|

Accordo con ADNOC per l’esplorazione on shore

Annunciato mercoledì 13 novembre un accordo tra la francese Total e la compagnia petrolifera nazionale di Abu Dhabi, ADNOC, che utilizzerà droni autonomi per raccogliere dati sismici 3D all’interno dell’attività di espansione che prevede la ricerca di nuove risorse di petrolio e gas in tutto l’emirato di Abu Dhabi.

Il progetto utilizzerà la tecnologia di esplorazione multifisica di Total, denominata METIS, che prevede il dispiego di sensori sismici da parte di droni aerei e il recupero degli stessi a cura di droni terrestri. Dopo il successo dei test condotti da Total nel 2017 in Papua Nuova Guinea, questo nuovo progetto pilota METIS servirà a testare la versatilità e l’efficacia del sistema in un ambiente desertico di 36 kmq.

Commentando l’annuncio, Alan Nelson, Capo Ufficiale della Tecnologia di ADNOC, ha dichiarato: “METIS è una tecnologia automatizzata innovativa con il potenziale per condurre sondaggi sismici in ambienti difficili, come il deserto, che sono difficili per le persone e le attrezzature . La tecnologia è stata identificata da noi durante RDPETRO 2018 e questa collaborazione dimostra il nostro impegno nell’uso di tecnologie innovative, in tutte le nostre operazioni, per sbloccare le opportunità della quarta era industriale“.

Lo scopo finale di questa collaborazione è quello di essere in grado di sviluppare congiuntamente un sistema di acquisizione più sicuro, più veloce, più efficiente ed economico per acquisire immagini sismiche 3D e 4D ad alta risoluzione del sottosuolo, che possono essere elaborate in tempo reale per costruire una comprensione più chiara del sottosuolo, la riduzione della geoscienza e la perforazione delle incertezze e l’ottimizzazione della produzione sul campo“, ha commentato Khadija Al Daghar, Vicepresidente Ricerca e sviluppo tecnologico presso ADNOC.

Total si sta concentrando sull’innovazione nell’acquisizione sismica per ridurre al minimo l’impatto sulla superficie delle attività petrolifere e migliorare la qualità delle immagini della superficie inferiore, aumentando al contempo la nostra efficienza operativa complessiva. Siamo orgogliosi di avere l’opportunità di collaborare ancora una volta con ADNOC per condividere conoscenze e competenze tecnologiche avanzate “, ha dichiarato Dominique Janodet, Vicepresidente R&D di Total per Esplorazione e produzione.

Gli Emirati Arabi Uniti sono il sesto produttore mondiale di petrolio, con circa il 96 percento delle riserve all’interno dell’Emirato di Abu Dhabi. ADNOC lavora continuamente per trovare e sviluppare nuove risorse commerciali di petrolio e gas, dai serbatoi sempre più difficili, per ricostituire la sua base di riserve.

Fonte: Staffetta Quotidiana | Emirates News Agency