Logistica intermodale, l’efficacia dei droni

2020-02-17T10:57:56+01:00 17 Febbraio 2020|

In Germania i test del drone fattorino per il trasporto leggero

Wingcopter, in collaborazione con Merck KGaA Germany e l’Università di Scienze Applicate di Francoforte, ha completato di recente il primo test di volo di un nuovo drone fattorino, progettato per mostrare i vantaggi che comporta il suo utilizzo in sostituzione di camion o di altri veicoli stradali per lo spostamento di piccole merci tra due uffici dislocati in due strutture separate.

Il test dimostrativo si è svolto lo scorso 5 febbraio su un percorso di circa 25 km, lungo il quale il drone ha trasportato un campione di pigmenti da un laboratorio Merck di Gernsheim alla sede centrale di Darmstadt in Germania. Finora il trasporto è sempre stato effettuato da un piccolo furgone che percorre il tragitto tra gli stabilimenti due volte nei giorni feriali.

Il compito principale del progetto “ProGeDa – trasporto campione tra Gernsheim e Darmstadt” è quello di valutare il trasporto tra gli stabilimenti e di sviluppare un modello di business a lungo termine. Vengono presi in considerazione il risparmio di tempo, la sostenibilità, i costi e la flessibilità. Il laboratorio di ricerca UAS di Francoforte per il trasporto urbano (ReLUT) valuterà il progetto sotto la direzione del Prof. Dr. Kai-Oliver Schocke, professore di logistica e gestione della produzione presso il dipartimento di economia e diritto, con il supporto di Keimer Aviation. ReLUT si concentra sullo sviluppo di soluzioni economiche ed ecologiche per i servizi di consegna e trasporto. La Wingcopter ha sviluppato il drone e si occupa di pianificare ed eseguire le operazioni di volo e coordinare tutti gli aspetti autorizzativi. Merck invece controlla l’intero processo e fornisce le merci da trasportare. Il progetto è finanziato dal Ministero Federale dei Trasporti e delle Infrastrutture Digitali per un totale di 107.000 euro nell’ambito delle direttive di finanziamento del Fondo per la Modernità (“mFUND”).

Tom Plümmer, CEO di Wingcopter:

Abbiamo già dimostrato molte volte che i nostri droni fattorino offrono un vantaggio significativo rispetto ai mezzi di trasporto convenzionali, sia a terra che in aria, in varie applicazioni, soprattutto nelle attività di S&R in regioni remote di vari paesi in via di sviluppo. Grazie a questo progetto unico nel suo genere, possiamo dimostrare che ciò vale anche per le consegne commerciali nelle aree metropolitane delle nazioni industrializzate.

Stefan Nowak, responsabile di progetto di Wingcopter, sottolinea:

Non siamo a conoscenza di nessun altro progetto in tutto il mondo in cui le merci vengono consegnate su una tale distanza e fuori dalla linea visiva dell’operatore con un drone in una regione metropolitana – attraverso linee elettriche e ferroviarie, autostrade e autostrade federali. Il progetto segna una pietra miliare nella storia dell’aviazione senza pilota e della logistica intermodale.” Inoltre rappresenta un modello per altri progetti simili in tutto il mondo per quanto riguarda il coordinamento dell’aviazione e le procedure di approvazione.

Anche Jens Klatyk, responsabile del sito Merck di Gernsheim, vede i vantaggi del progetto:

Non tutti i parametri analitici rilevanti sono implementati nel laboratorio di analisi di Gernsheim. Nel laboratorio dello stabilimento di Darmstadt vengono effettuati test speciali. Invece di trasportare i campioni in auto, il trasporto dei droni offre la possibilità di un trasporto più veloce e senza traffico.” In questo modo si può risparmiare tra un’ora e un giorni in termini di tempo e inoltre si possono evitare corse a vuoto ed emissioni.

Entro marzo 2020 verrà presentato un report sulla base dei dati ottenuti durante i vari test da cui scaturiranno raccomandazioni e possibili ulteriori applicazioni e concetti operativi.

Fonte: Comunicato stampa congiunto (traduzione a cura di Dronitaly)