Drone Delivery: a che punto siamo?

2019-02-25T12:07:20+00:00 25 Febbraio 2019|

Luci e ombre di un settore in continuo sviluppo

Un recente articolo di Mark Sheehan (My Drone Authority) ha fotografato lo stato dell’arte del drone delivery nel mondo, offrendo spunti di riflessioni su quelli che oggi sono i punti critici, i vantaggi accertati e i possibili sviluppi di un settore che non arresta la sua crescita.

VANTAGGI

Economicità

La parte più complessa delle attività di delivery è nella gestione del cosiddetto “ultimo miglio“, il percorso tracciato dal magazzino al cliente finale. Può essere più lungo o più breve di un miglio fisico, tuttavia, è l’ultima tappa del viaggio. La consegna mediante drone è più veloce e consente di risparmiare sui costi del carburante, sulla manutenzione della flotta di veicoli commerciali e sui costi della manodopera per i conducenti umani.

Risposta immediata alle emergenze

In alcune situazioni di emergenza, bastano pochi minuti per fare la differenza. Ad esempio, coloro che soffrono di infarto potrebbero ricevere aiuto da uno specifico drone per le emergenze. Tale categoria di droni è in grado di mantenere un contatto real time di comunicazione con i paramedici e fornire un defibrillatore portatile. I paramedici attraverso un video remoto sono così in grado di osservare ciò che sta accadendo e di istruire le persone che danno aiuto alla vittima su come utilizzare il defibrillatore (QUI articolo correlato).

Eco-sostenibilità

I droni sono alimentati dalle batterie. E se le batterie fossero ricaricate tramite fonti rinnovabili, come l’energia solare, il volo aereo non avrebbe emissioni inquinanti (Laser e diamanti ricaricano droni LEGGI QUI). Il solo inconveniente nell’utilizzo del drone viene dalla sua rumorosità in volo. Per risolvere il problema dell’inquinamento acustico, un inventore, Edgar Herrera, ha sviluppato un drone senza lama che vola in completo silenzio. La prospettiva di avere un sistema di delivery con droni totalmente eco-sostenibili porta l’intero concetto ad un livello superiore.

SICUREZZA

I rischi per la sicurezza comprendono: danni e le lesioni causate da incidenti, problemi di privacy e di pubblica sicurezza, furti o atti di vandalismo.

Incidenti

Così come per qualsiasi macchinario, i droni possono trovarsi implicati in incidenti più o meno gravi. Negli Stati Uniti, tuttavia e di recente è diventato possibile pilotare droni in presenza di gruppi di persone (QUI Il Punto di Sergio Barlocchetti). La FAA, a margine di uno studio portato avanti nel 2017 aveva già concluso come, essere colpiti in testa da un drone fosse meno pericoloso rispetto ai danni provocati da un corpo di legno o di acciaio dal peso similare. A sostegno delle misure di sicurezza per evitare gravi incidenti causati da droni, la FAA ha inoltre concesso a inizio 2019 una certificazione di utilizzo per i paracadute Indemnis Nexus, applicati ai droni (QUI l’articolo).

Tutela della Privacy

La tutela della privacy è tra i temi più discussi a livello globale e l’adozione su larga scala di droni dotati di telecamere e sensori si inserisce ampiamente in questo filone. Per questo motivo è forte l’esigenza di una legislazione internazionale per impedire l’acquisizione di dati sensibili da parte di droni commerciali.

La pubblica sicurezza

Le autorità si stanno preoccupando anche di prevenire situazioni in cui i delivery drones possano essere utilizzati per azioni di carattere terroristico o criminale. In Europa, lo studio pubblicato dal RIMMA (Susini, Alberto, 2015. A Technocritical Review of Drones Crash Risk Probabilistic Consequences and its Societal Acceptance) ha rilevato come i droni fossero stati utilizzati inadeguatamente e a volte per scopi malevoli, quali il sorvolo di centrali nucleari, il contrabbando di merci all’interno di carceri o il trasporto di droga attraverso il confine tra Stati Uniti e Messico. Queste sono alcune delle ragioni per cui in tutto il mondo è stata messa in atto una legislazione per proteggere le infrastrutture critiche dalla sorveglianza o dall’attacco non autorizzato dei droni. 

Manomissioni del pacchetto

eMarketer riferisce che oltre il 72% dei consumatori teme il furto o danni ai droni. Gli APR dotati di tecnologia di videosorveglianza potrebbero ridurre questi reati; resta fermo, tuttavia, il problema legato alla gestione della privacy e alla sicurezza.

DRONE DELIVERY STARTUP

Un elenco di alcune startup attive nel drone delivery che, secondo DAV, stanno guidando il business con una spinta innovatrice:

Matternet

16 milioni di dollari nel giugno 2018. Techcrunch riferisce che Boeing è stato uno dei principali investitori di questa società.

Flirtey

16,2 milioni di dollari dal 2015, anno della sua fondazione. Questa società collabora con altre aziende per fornire servizi di drone-delivery.

Flytrex

3 milioni di dollari a gennaio 2017. Questa società con sede in Israele sviluppa programmi di drone delivery per altre società.

Skycart

Finanziato da investitori privati. Si tratta di una start-up di un servizio di drone delivery con sede in California.

Drone Terminus

Autofinanziato da dicembre 2018. Lavorano per perfezionare i sensori di atterraggio per garantire consegne più sicure.

Scorpiox Technologies

Autofinanziato da dicembre 2018. Stanno creando il sistema di mappatura AirMatrix, che permetterà di far volare in flotta fino a 250 unità simultanee.

BLKTATU

Autofinanziato da dicembre 2018. Specializzata nella consegna di droni in edifici a più piani.

IL 2019 DEL DRONE DELIVERY

McKinsey riferisce che l’industria delle consegne tramite droni, solo negli Stati Uniti, è passata da 40 milioni di dollari nel 2012 a 1 miliardo di dollari nel 2017. In definitiva, il mercato globale per i droni commerciali può superare i 127 miliardi di dollari all’anno.

La consegna con droni è un settore del mercato ancora agli albori. Importanti attori quali Amazon, Google, Uber e altri ancora stanno effettuando investimenti significativi per prepararsi ad un’ampia diffusione commerciale. La legislazione è in ritardo rispetto agli sviluppi del mercato. In molti luoghi le leggi sono troppo restrittive. Tuttavia, la situazione sta lentamente cambiando in meglio. Sono tanti i mercati che esprimono un grande potenziale e che presto potranno essere pienamente sfruttati.