Amazon rinnova il design del drone Prime Air

2019-06-07T12:44:17+02:00 10 Giugno 2019|

La presentazione al re:MARS di Las Vegas

Di recente, dal palco del re:MARS Conference (Machine Learning, Automation, Robotics and Space) a Las Vegas, il CEO di Amazon Consumer Worldwide Jeff Wilke ha presentato al pubblico il nuovo prototipo del drone Prime Air, caratterizzato da un design rinnovato.

Amazon è tra i pionieri nella sperimentazione di droni per operazioni di delivery e ha confermato di aver lavorato duramente negli ultimi anni per raggiungere un obiettivo ambizioso: costruire droni completamente elettrici in grado di volare fino a 25 chilometri e consegnare pacchetti inferiori a 5 euro ai clienti in meno di 30 minuti.

Il nuovo design apporta miglioramenti in termini di efficienza, stabilità e soprattutto sicurezza. La sua unicità sta nell’essere ibrido. Il drone, infatti, è in grado di effettuare decolli e atterraggi verticali, è efficiente e aerodinamico e può passare facilmente dalla modalità esacottero a quella aeroplano. Inoltre, a differenza dei droni tradizionali, il Prime Air di Amazon può contare su sei gradi di libertà, caratteristica che lo rende più stabile e in grado di operare in sicurezza in condizioni di vento forte.

Amazon re:MARS – Prime Air Drone

In tema di sicurezza, l’azienda di Bezos intende utilizzare tutte le ultime tecnologie basate sull’Intelligenza Artificiale per rendere il sistema indipendente e estremamente sicuro. Ciò significa che, come dichiarato da Wilke, se l’ambiente di volo del drone dovesse cambiare o la missione comandasse di entrare in contatto con un oggetto che non era presente in precedenza, il drone si rifiuterà di farlo.

Altra sfida lanciata dal colosso americano della logistica è quella alle emissioni inquinanti. Prime Air è una delle tante iniziative di sostenibilità per contribuire a realizzare Shipment Zero , la visione dell’azienda di rendere tutte le spedizioni Amazon a emissioni zero, con il 50% di tutte le spedizioni entro il 2030.

Fonte: Amazon