Droni e tecnologia

Alphabet libera i progetti Loon e Wing.

Gli sforzi di Google per costruire droni per le consegne a distanza e palloni aerostatici per la diffusione di internet nelle aree rurali e inaccessibili non sono più solo progetti scientifici.

Alphabet, la holding di Google, ha annunciato che i suoi progetti Loon e Wing saranno resi indipendenti, mantenendone pur sempre il controllo. Questo vuol dire che le due nuove aziende potranno fare il loro esordio sul mercato, commercializzare i loro servizi e iniziare a fare profitti.

Ciò che sembrava impossibile ora diventa possibile“, ha detto Astro Teller, il capo di X, il laboratorio di ricerca di Alphabet. “Oggi, diversamente dal loro inizio come progetti in capo a X, Loon e Wing non sembrano più progetti così folli

Il progetto del drone-postino, denominato Wing, ha realizzato droni da 5 chili con ali fisse per il volo a destinazione e 12 rotori per librarsi sulle case durante le consegne. Wing l’anno scorso ha testato il drone in Australia, consegnando ai clienti burritos e medicinali ordinati tramite un’app.

A drone designed by Google’s Wing unit tested lowering a package to the ground in Australia. Technical and regulatory hurdles remain.CreditGoogle, via Agence France-Presse — Getty Images

Il progetto Wing ha faticato a perfezionare la sua tecnologia dal suo avvio nel 2012, demolendo a un certo punto l’intero proposito. La recente novità, però, suggerisce che il team sia soddisfatto dei progressi fatti. Restano ostacoli di natura tecnica, come la consegna nelle aree urbane, anche se le normative possono rappresentare una sfida più grande. La Federal Aviation Administration sta lentamente autorizzando test sulle consegne di droni negli Stati Uniti, incluso un futuro programma pilota con Wing in Virginia.

L’altra nuova divisione di Alphabet, chiamata Loon, costruirà palloni aerostatici ad alta quota per la diffusione di connessione internet in aree rurali o disastrate. Gli enormi palloni di Loon navigano lungo le correnti del vento nella stratosfera, a circa 20 chilometri dal suolo, per raggrupparsi attorno a zone caratterizzate da scarsa connettività. Loon lavora con società di telecomunicazioni locali per migliorare il servizio di ricezione sul campo, agendo come una sorta di antenna temporanea galleggiante.

Loon, which builds balloons to deliver internet service to rural or disaster-stricken areas, is becoming its own business unit inside Alphabet, Google’s parent.CreditMarty Melville/Agence France-Presse — Getty Images

Il progetto Loon ha avuto inizio nel 2011 all’interno di X. I suoi palloni hanno viaggiato per oltre 28 milioni di chilometri, offrendo internet dal Brasile alla Nuova Zelanda. L’anno scorso, Loon ha garantito connessioni al Perù dopo le alluvioni e a Puerto Rico dopo l’uragano Maria.

Sebbene Loon e Wing siano ora unità autonome all’interno di Alphabet, potrebbero volerci ancora anni prima che diventino aziende a tutti gli effetti. La promozione di Loon e Wing porterà probabilmente a un controllo più attento ed efficiente delle rispettive finanze e dei loro progressi da parte dei manager di Alphabet.

Fonte: NYTIMES

2018-07-12T11:09:15+00:00 12 luglio 2018|