Droni ed emergenza

Svizzera, drone per il soccorso vola BVLOS

In Svizzera le operazioni di trasporto commerciale oltre-visual-line-of-sight (BVLOS) di un UAV sono iniziate a Berna, dove i droni vengono usati per trasportare campioni di laboratorio e farmaci urgenti tra l’Insel University Hospital e l’Ospedale di Tiefenau. Il servizio è svolto in collaborazione con la Posta federale. I punti di decollo e atterraggio si trovano a circa 2,5 miglia di distanza ma interamente all’interno dello spazio aereo controllato che circonda l’aeroporto della città. I droni sono equipaggiati con le informazioni sul traffico e il sistema di avviso di collisione della Flarm Technology Svizzera. Flarm (volo e allarme) consente di monitorare e identificare i droni in ogni momento ed è una tecnologia sviluppata nel campo del volo a vela (alianti).

Confidando nel successo di questo esperimento le Poste svizzera prevedono di utilizzare gli UAV per avviare missioni mediche anche a Zurigo nel prossimo futuro. Tale servizio collegherà il laboratorio medico Zentrallabor ZLZ all’Hirslanden Im Park Hospital utilizzando una rotta che attraversa il Lago della città in uno spazio aereo parzialmente non controllato.

L’autorità dell’aviazione civile svizzera (UFAC) è stata ovviamente coinvolta nel progetto, ha ispezionato il drone e tutti i componenti, definito le condizioni legali per il volo e ha ottenuto l’approvazione di volo a Berna e Zurigo. L’introduzione di droni per trasporti medicali potrebbe potenzialmente migliorare la vita dei pazienti. “Quando i campioni di laboratorio devono essere trasportati da A a B, ogni minuto conta”, ha dichiarato il CEO di Insel, Uwe Jocham.

articolo a cura di: Sergio Barlocchetti

2018-06-08T10:05:37+00:00 8 giugno 2018|